,

)*(Stazione Celeste)

 

 

I Portatori di Presenza

canalizzati da Paola Borgini

 

 

  

 

 


Il Libro del Sano Pensiero


L'Audio della Prima Sessione di Channeling
Registrata lunedì 14 marzo 2017


[clicca e ascolta la registrazione integrale della sessione di channeling]

 

trascrizione
 

Benvenuti, amati fratelli!

Vi prendiamo per mano adesso e vi facciamo entrare in un territorio che non conoscete fino in fondo. Vi preghiamo da adesso in poi, e per tutto il tempo che resterete con noi in questo lavoro, di riporre la vostra fiducia nella nostra voce, nelle nostre parole, nella nostra frequenza…

Bene, ci presentiamo: noi siamo delle guide che arrivano da mondi invisibili e che usano lo strumento del Verbo non tanto per comunicare con voi, ma per farvi accorgere della luce che siete.

Ci potete chiamare con questo nome: I Portatori di Presenza e adesso vi spieghiamo perché abbiamo scelto queste esatte parole per farci riconoscere da voi: è bene sapere che [in questo nome] esiste un articolo, l’articolo “I”, e questo già vi fa capire che (per un fenomeno che non riuscite a spiegarvi, ma che sentite come vero) noi siamo l’Uno che parla per molti; questo Uno che parla per molti potrebbe essere anche solamente un’unità che sa di essere composta da più parti. È così anche per voi, amati fratelli: se volete prendere per mano il vostro mentale e, attraverso il vostro mentale (e cioè attraverso l’emanazione del vostro pensiero), dirigere in un modo corretto – e quindi sano – la vostra vita, occorre che voi riponiate tutta la fiducia che avete nella nostra voce e da subito sappiate che siamo l’uno lo specchio dell’altro.

Ora noi siamo assolutamente certi e consapevoli – e viviamo questo come la nostra verità continua – di essere I Portatori di questa unità e, dal momento che il mezzo attraverso il quale si esprime questa unità è l’Amore, noi diventiamo Presenza.

Questa è l’introduzione per spiegarvi come avverrà questo lavoro con noi, composto da numerose sessioni di insegnamento; questa è l’introduzione a questo libro che vi aiuta a prendere per mano il vostro mentale – e quindi il vostro pensiero – e a dirigere la vostra vita nella maniera corretta e nella maniera più sana.

Vi spieghiamo adesso perché abbiamo usato questi due aggettivi –"corretta" e "sana" – perché, qui, è necessario starci con un corpo che sia, prima di tutto, vissuto nella maniera corretta dall’Unità che siete; e quando il vostro corpo viene vissuto nella maniera corretta è un corpo che splende nella sua sanità.

Cosa fate quando state in una condizione di mancanza di sanità, di mancanza di salute? Cosa fate? Badate bene che noi non abbiamo usato la parola "malattia" e vi preghiamo da adesso in poi di non usarla nemmeno voi (fate questo attraverso un atto di fiducia nei nostri confronti) perché le parole, amati fratelli, non solamente hanno un significato, non solamente esprimono qualcosa, ma emettono energia e quell’energia che emettono non è un’energia che viene distrutta, ma rimane e così voi potete scegliere di dire "amore" o di dire "odio", potete scegliere di dire "guerra" o di dire "pace" e qui è necessario scegliere di smettere di dire la parola "malattia" e cominciare a pensare in termini di "salute" come a qualche cosa che ha bisogno di stare nel vostro corpo al cento per cento e quando non c’è, e scende al novanta e scende all’ottanta e scende al settanta, allora diminuisce e quindi c’è più o meno salute. Ma non pensate che questo sia un libro che parla di guarigione fisica – no – questo è un libro che parla del vostro mentale, e parla del vostro mentale come dello strumento che contiene e produce pensiero; quindi occorre che questo strumento sia sempre in ottima salute per produrre un pensiero che vi faccia condurre la vostra vita nella maniera corretta.

La maniera corretta di condurre la vostra vita è – da subito – essere assolutamente certi che voi abitate in un corpo, che voi siete quel corpo, che quel corpo ha i suoi bisogni, ha le sue pulsioni e che soprattutto quel corpo è al vostro servizio.

Al servizio di chi? O meglio, al servizio di cosa? Al servizio della vostra anima? Questa non è la risposta corretta, questo corpo è al servizio di ciò che siete in questo esatto momento e quando voi riconoscete quel corpo, istintivamente, voi riconoscete di essere parte di un’Unità che non possiede fisicità, ma che si esprime attraverso quella.

Questa è una premessa di basilare importanza e deve essere spiegata nella maniera più dettagliata possibile. È per questo che chiediamo al nostro canale di farsi da parte con il suo mentale che qui sta intervenendo in maniera prepotente e sta pensando incessantemente: "Sarò all’altezza di tutto questo?"

Ora per amore della verità – che noi non possiamo non dire – prendiamo per mano il nostro canale Paola e la invitiamo a fare un respiro profondo: le rinnoviamo il nostro saluto e le ricordiamo che qui, con noi, lei è sempre la benvenuta e in queste, che sono sessioni di insegnamento, non ci sono premi e non ci sono lodi e non ci sono – e deve essere ben chiaro a tutti – nemmeno mete da raggiungere. Alla fine di un percorso con noi, che si srotola attraverso canalizzazioni che sono sessioni di insegnamento, non c’è una laurea, non c’è una promozione; ma c’è, successivamente, la scuola della vita vissuta attraverso l’esperienza di aver acquisito conoscenza da un mezzo che parla attraverso la voce di uno di noi, ma che non è quella voce.

Certamente, come nel nostro libro sulle emozioni, l’Esperienza è nel riconoscere e imparare a gestire le emozioni; certamente l’Esperienza è fare esperienza di una nuova frequenza, o meglio, vibrazione del piacere sessuale come vi abbiamo invitati a fare nel nostro libro sulla nuova sessualità e anche qui l’Esperienza è finalmente quella di avere un pensiero sano; ed è per questo che il titolo di questo libro è Il Libro del Sano Pensiero. Ma sappiate che, prima di tutto questo, c’è l’Esperienza di ricevere un’esperienza da qualche cosa che parla attraverso la voce di un vostro fratello, ma non è la sua voce.

Per la fiducia che c’è tra di noi, e che qui è di basilare importanza, perché a volte ci toccherà scuotere il tappeto sul quale appoggiate i piedi e più farete resistenza e più ci sarà bisogno di scuoterlo in modo forte. Quindi per la fiducia che c’è e ci deve essere – e della quale noi vi ringraziamo – tra noi e voi, è bene sottolineare da subito e con chiarezza che noi parliamo attraverso la voce di un vostro fratello, ma noi non siamo quella voce. Noi siamo – in un tempo che non conosce né prima né dopo – portatori di Presenza e, attraverso l’Esperienza della nostra eternità, ci possiamo definire con voi I Portatori di Presenza. E c’è differenza, perché tutti quanti voi siete portatori della vostra Presenza, ma, insieme come umanità, in maniera collettiva, ancora non avete scelto di fare quel passo che vi fa chiamare con verità: I Portatori di Presenza.

Ci specchiamo con amore gli uni negli occhi degli altri e così deve essere… Capite, amati fratelli? Lasciate che il vostro mentale si acquieti, si metta a riposo, si rilassi, abbandoni le sue rigidità; le rigidità di quello che voi chiamate "corpo mentale", ma altro non è che lo strumento che avete nel corpo, attraverso il quale voi costruite la vostra vita in una maniera che può essere più o meno corretta, più o meno sana… ed ecco che il tappeto sul quale voi appoggiate i piedi già ha fatto la prima mossa, perché le vostre cellule hanno riconosciuto la verità manifestata di ciò che vi stiamo dicendo e ciò che vi stiamo dicendo è che il vostro mentale è uno strumento che risiede nel vostro corpo. Punto.

Non è qualche cosa che c’è al di fuori di voi? No, mai! Non è qualche cosa – soprattutto, per come siete fatti con questo esatto corpo – che possa risiedere al di fuori di voi, ma è qualcosa di potente, è qualche cosa di così potente che sfugge al vostro controllo conscio, perché il vostro mentale sempre dialoga con la parte conscia e la parte inconscia di voi…

Non mettiamo troppa carne al fuoco oggi, questa è solamente l’introduzione a Il Libro del Sano Pensiero e, come in tutte le nostre introduzioni, noi all’inizio tastiamo la vostra frequenza, ci accorgiamo a che punto siete nella vostra considerazione sul piano del vostro mentale – in questo caso – e di lì partiamo in un lavoro che è solamente una calibrazione per arrivare poi al cuore del lavoro insieme, e cioè delle vere e proprie sessioni di insegnamento.

Perché un libro? Perché non invitarvi a fare dei seminari con noi? Delle classi di insegnamento reali… Perché un libro cartaceo? (Che, in questo caso, contiene anche la possibilità di ascoltare le registrazioni dal vivo, così come sono state ricevute, e questa è la ricchezza ulteriore che i vostri fratelli, i nostri canali, fanno a tutti quanti). Perché un libro e non un percorso che vi vede impegnati in più week end, che vi vede impegnati in più livelli? Perché il libro è la maniera più semplice e, nello stesso tempo, più potente di lavorare con lo strumento del Verbo, perché il libro contiene parole e, in questo caso, parole che risuonano solamente nella Verità…

Quindi un libro contiene l’energia del Verbo e noi è con quella che operiamo… operiamo con l’energia del Verbo perché voi siete Verbo, amati fratelli. Voi siete Verbo! Lo sapete, sì? Ve lo ricordate ancora? Ve lo dite ogni mattina appena svegli, meravigliati di stare ancora in un’altra giornata, capaci di vivere la vostra vita perché siete il Verbo?

Ve lo ricordiamo noi e vi aiutiamo perché, mentre tastiamo la vostra frequenza, ci accorgiamo che alcuni accordi sono stonati, alcuni tasti del pianoforte suonano una nota leggermente più acuta e ve lo ricordiamo e vi aiutiamo a ricalibrarvi nel modo più semplice che ci possa essere e cioè attraverso questa frase:

Io Sono il Verbo e così stabilisco.

Alla fine di questo lavoro insieme, se avrete scelto di esserci fino in fondo… perché vi ricordiamo che – l’abbiamo appena detto – il tappeto sul quale appoggiate i piedi e che non sapete di avere, subirà dei forti scossoni e quindi può essere che vi venga voglia di abbandonare, di lasciarvi tutto alle spalle e di continuare con il vostro mentale che non è sano al cento per cento ma è conosciuto. Alla fine di questo lavoro voi sarete un pianoforte accordato in maniera perfetta che emette un pensiero capace di farvi condurre la vostra vita nella maniera corretta e quindi in una maniera sana.

Ora questa introduzione durerà tutto il tempo che è necessario affinché il nostro canale Paola riesca a scivolare in questo lavoro con noi col suo cento per cento. Non c’è fretta, amati fratelli, mentre lei imparerà a scivolare con noi in questo lavoro, al cento per cento, imparerà che nella vita si può nascere senza passare attraverso la sofferenza e, mentre lei farà questo lavoro, voi potrete specchiarvi nella sua esperienza e trarre giovamento da questo.

Riconoscere che siete posseduti da un mentale (e qui "siete posseduti da un mentale" sono le giuste parole) è il primo ostacolo da spazzare via. Siete posseduti da un mentale ed è una cosa che conoscete, è una cosa certa, ma non è la Verità; essere posseduti dal vostro mentale significa far vivere il vostro corpo in una condizione di poca salute, significa far fare al vostro corpo il doppio del lavoro, significa quindi che tutta l’energia che il vostro corpo riceve, attraverso il respiro, dal campo divino – nel quale siete tutti quanti immersi, senza nessuna eccezione – non vi nutre in una maniera ugualmente distribuita e questo crea poco equilibrio e questo non vi fa vivere la vita nella maniera corretta.

Bene, amati fratelli, questa è la premessa, questo è ciò che ci aspetta, questo è il lavoro da fare insieme con pazienza, ma con tutta la vostra maestria. Perché quando il tappeto che avete sotto i piedi non ci sarà più, voi desidererete aggrapparvi a qualche cosa che già conoscete, perché in questo lavoro insieme noi andremo a prendere anche la vostra immaginazione, che viene tenuta nascosta, relegata, che non viene mai chiamata in causa per costruire la vita e, alla vostra immaginazione, regaleremo autostima in maniera tale che possa fare un passo in avanti e risanare la meraviglia dell’essere umano che siete.

Quando voi nascete, e aprite gli occhi sul mondo, voi non sapete bene che cosa vi aspetta. Certamente nei vostri geni sono contenute e vengono usate le informazioni che vi servono per riuscire ad aprire gli occhi sul mondo. Ma dopo, amati fratelli, è affar vostro e noi vi diciamo che, quando aprite gli occhi sul mondo, la facoltà attraverso la quale voi vedete è l’immaginazione.

E mentre sentiamo che il nostro canale Paola comincia a scivolare in questo lavoro con noi perché ha riconosciuto il tappeto che ha sotto i piedi, noi, ancora una volta, dal nostro cuore, vi diamo il benvenuto in questo spazio insieme.

Tra un po’ chiederemo al nostro canale di fare uno stop per riprendere la prossima volta e dal momento che in questa introduzione occorre dare delle note anche tecniche –(perché poi quando arriveremo nelle vere e proprie sessioni di insegnamento non ci sarà più il tempo di perderci in questi particolari), vi diciamo che quando sentite la parola "stop", il lavoro continua e quindi è bene mettere il vostro tempo lineare a disposizione di questa esperienza; questo non significa ignorare la vostra vita, ignorare cosa state facendo, smettere di andare al lavoro o cose simili; questo significa sapere che il vostro tempo lineare è prima di tutto a disposizione della vostra salute e farà tutto ciò che occorre fare perché voi entriate al cento per cento in questa frequenza di salute che pochi di voi conoscono veramente, fino in fondo.

Ricordandovi quindi che anche quando sentirete o leggerete la parola "stop" questo lavoro non cesserà, ma vi farà compagnia, come l’amico invisibile che vi faceva compagnia quando eravate bambini, noi vi diciamo che adesso questo è uno stop e questi sono i nostri più amorevoli saluti.

Stop!



Nota:
 
Il Libro del Sano Pensiero, sarà disponibile nella primavera 2018, a dicembre 2017 uscirà il Libro della Nuova Sessualità.

Gli audio delle canalizzazioni che compongono i libri de I Portatori di Presenza canalizzati da Paola Borgini, vengono condivisi con gli iscritti alla News-letter, prima ancora dell'uscita dei libri cartacei. Chi è interessato al lavoro trasmesso da I Portatori di Presenza, è invitato ad iscriversi alla News-Letter.
Qui le istruzioni per iscriversi.

 

 

 


disponibile
a gennaio 2018


disponibile in
autunno 2018

* * *

 

 

www.stazioneceleste.it