,

)*(Stazione Celeste)

 

 

I Portatori di Presenza

canalizzati da Paola Borgini

 

 

  

 

 

Lunedì 18 Dicembre 2017


La Buona Volonta

Ogni giorno è un giorno di festa!


[clicca e ascolta la registrazione integrale della sessione di channeling]

 

 

Ore ~ 9,22
 

Amate guide,

in occasione delle festività e dell’inizio del nuovo anno potete darci un messaggio con il vostro punto di vista sulla situazione economica e geopolitica del mondo in questo periodo storico?

 

Benvenuti amati fratelli,

noi lo sappiamo che tutti quanti voi che siete qui adesso, siete animati dalla buona volontà e se questo messaggio diventerà un testo scritto noi preghiamo i nostri canali di scrivere le parole Buona Volontà entrambe con l’iniziale maiuscola. La Buona Volontà è il titolo di questa nostra trasmissione oggi e noi vi ringraziamo ancora una volta di essere qui.

Noi che sappiamo leggere nei vostri cuori vediamo la vostra Buona Volontà addobbare le vostre case con ghirlande colorate, con luci che si accendono e si spengono; vediamo la vostra Buona Volontà radunare i bambini attorno all’albero di Natale, ad appendere palline; vediamo i vostri esercizi commerciali addobbare le loro vetrine con ghirlande; vediamo la vostra Buona Volontà nel cercare i regali per le persone che amate; la vostra Buona Volontà che tenta a volte in maniera goffa di andare a recuperare quelli tra voi che si sono perduti; la vostra Buona Volontà che tenta di annullare la povertà nel mondo, che cerca di dare un segno efficace tendendo la mano verso la pace; vediamo la vostra Buona Volontà scorrere nei vostri insegnanti ispirando i bambini parlando di cose positive, parlando di etica, parlando di giustizia e di amore universale.

Vediamo la vostra Buona Volontà che si alza come un’onda di Luce dai vostri cuori e tenta di raggiungere... che cosa? Che cosa state cercando di fare tutti quanti in questo esatto momento? Perché in realtà tutta questa Buona Volontà non sgorga là dove c’è la spontaneità del voler fare una cosa, ma reitera vecchi modi di fare… Quando si celebrava la rinascita del giorno più lungo, non era collegata ad avvenimenti religiosi, non era collegata a nulla che non fosse sopravvivenza. Nel vostro DNA collettivo come umanità sta scritto tutto questo e voi lo portate avanti, senza pensarci, pedissequamente, solamente per onorare una tradizione che non si può non onorare.

Amati fratelli benvenuti, noi vi ringraziamo come Portatori di Presenza per questa vostra domanda e il nostro augurio, il nostro messaggio è uno, è uno solamente ed è cioè che voi possiate allinearvi al cento per cento non tanto con la Buona Volontà che nasce da abitudini vecchie, ma con la Buona Volontà che nasce dall’essere presenti come esseri viventi e senzienti in un corpo.

Cosa vi differenzia dagli animali? Cosa vi differenzia dai vegetali? Cosa vi differenzia addirittura dagli elementi o dalle rocce che erroneamente vi sembra che siano inanimate? Vi differenzia il fatto che voi siete esseri, senzienti – sì – senzienti significa che voi siete presenza in un corpo e questo da solo vi dovrebbe bastare per fare in modo che la vostra Buona Volontà celebri ogni giorno come se fosse un giorno di festa.

Noi lo sappiamo che voi potete sollevare un’obiezione a queste nostre parole dicendo che non è possibile che ogni giorno sulla terra sia un giorno di festa, ma vedete, amati fratelli, è così che voi avete scelto di vivere. Ci sono stati tempi in cui era legittimo e doveroso festeggiare ciò che voi state festeggiando e che chiamate festività, ma le cose cambiano e vanno avanti e per portare la pace nel mondo degli uomini occorre che ogni giorno sia un giorno di festa.

Voi pensate di non avere il potere nelle vostre mani, pensate che il potere sia tutto in quell’uomo vestito in giacca e cravatta che si affaccia in un’aula dove ci sono altri politici e detta le sue regole per quanto riguarda l’economia, per quanto riguarda le politiche sociali e – sì – anche per quanto riguarda eventuali conflitti tra gli uomini. Voi pensate di non avere potere, e quando noi diciamo "voi"ci rivolgiamo a quei piccoli uomini che come formichine portano avanti la loro vita ogni giorno. Voi pensate di non avere il potere di parlare direttamente con Dio e allora delegate questo potere a quegli uomini tra voi che indossano abiti sacerdotali e li pregate affinché intercedano per la vostra salvezza. Voi pensate di non avere potere sulla salute del vostro corpo e permettete che un vostro fratello dall’esterno vi dica cosa è giusto per voi, cosa è meglio per voi, anche quando il vostro corpo, nel ricevere queste parole, abbassa la sua energia e rimane silenzioso, frastornato e depresso.

Sarebbe facile come Portatori di Presenza elevare il tono di questo messaggio affinché raggiunga coloro tra i vostri fratelli che fanno parte di quell’élite che decide il futuro del vostro pianeta, ma dal momento che noi siamo qui come amorevoli guide lasciamo da parte questa nostra scelta e come vedete i Portatori di Presenza anch’essi operano come voi delle scelte.

Lasciamo da parte questa scelta e ci rivolgiamo a tutti quelli tra voi che pensano di avere vite comuni, che pensano di avere vite banali, che pensano di avere vite dove l’unica cosa certa è che state andando incontro alla morte e allora aspettate ogni giorno che arrivi quel momento.

Sarebbe facile per i Portatori di Presenza dirvi: Amati fratelli state attenti al mese di marzo dell’anno 2018, perché appariranno nel cielo quei segni che vi faranno capire che un conflitto si sta preparando. Dicendo così noi non onoreremmo la grande presenza che ognuno di voi è, dicendo così noi non faremmo altro che mettere nei vostri cuori non semi d’amore, ma semi di sottile paura… e allora i vostri pensieri comincerebbero a macinare quella sottile paura e quel seme comincerà a mettere radici; e poi i vostri pensieri continueranno perché parlerete tra di voi di questa possibilità; ed ecco che le radici fanno nascere le prime foglie e così via così via così via fino a che vi guarderete gli uni gli altri negli occhi e quando quell’uomo vestito in giacca e cravatta che regge le sorti del mondo si affaccerà nell’aula dove ci sono gli uomini politici dicendo la guerra è inevitabile voi chinerete il capo e direte di sì, perché nel vostro pensiero si è formata già quella realtà.

Lo sappiamo amati fratelli, che conducete la vostra vita di ogni giorno, spesso con fatica, dolore e sofferenza. Lo sappiamo amati fratelli che voi pensate di non avere il potere nelle vostre mani, ma vedete quando l’uomo politico o l’uomo religioso o altri tra voi determinano le vostre sorti è perché voi avete scelto che fosse così.

Ora noi ci rendiamo conto che dirvi, suggerirvi, di non celebrare queste festività è chiedervi tanto perché forse alcuni di voi non aspettano altro che questo per trovare meritato riposo: le aziende chiudono, gli uffici chiudono, gli stabilimenti chiudono, eccetera… e voi avete bisogno di questo tempo per tirare il respiro, per stare con coloro che amate per riposare il vostro corpo, per permettere al vostro pensiero di trovare una via d’uscita anche se momentanea ad una vita che pare colorata dal grigiore e dalla monotonia.

Noi ci rendiamo conto che scardinare certe abitudini è ben difficile per l’essere umano, ma il nostro regalo è un regalo d’amore, il nostro messaggio è un messaggio d’amore e allora noi vi regaliamo quel piccolo seme che potete far crescere e nutrire dentro di voi che non è un seme di paura, non è un seme di terrore, ma è un seme di speranza e quella speranza ha un solo significato per l’essere umano: ogni giorno può essere un giorno di festa.

Fermatevi un attimo a pensare con il vostro cervello, staccate la spina e rispondete a questa domanda dei Portatori di Presenza a tutti quanti gli uomini: come sarebbe la vostra vita se ogni giorno fosse Natale, se ogni sera voi vi radunaste intorno alla vostra tavola e vi radunaste per celebrare la fine di un altro giorno e l’inizio di quello successivo? Sareste felici perché ogni volta che voi vi fate gli auguri scambiandovi il vostro buon anno dentro di voi coltivate forte la speranza che ci sia qualche cosa di diverso. che ci sia qualche cosa di più. o anche semplicemente qualche cosa di nuovo.

Il tempo è ricchezza, il tempo è energia, bene lo sanno quelli tra voi che vi governano e stabiliscono e scandiscono il ritmo delle vostre giornate, facendo in modo che voi vendiate un tot di ore del vostro tempo vitale in cambio di denaro; tutto questo è detto da i Portatori di Presenza senza alcun giudizio verso nessuno di voi, ma è bene che voi siate informati di come stanno le cose: il vostro tempo è ricchezza perché è energia vitale, non il vostro tempo lineare, ma il vostro tempo inteso come durata della vostra vita.

Ora già il nostro canale femminile sta intervenendo col suo mentale non perché sia un suo pensiero, ma perché esprima il pensiero di molti di voi o meglio l’opinione di molti di voi che con la parte più rigida e attaccata alla frequenza del dovere si alzano da quelle sedie e sbattono per terra ciò che hanno in mano infastiditi dicendo: "Portatori di Presenza come potete dirci questo? Il mondo non andrebbe avanti se gli uffici non fossero regolati da un orario, se le scuole non fossero regolate da un orario; i medici non andrebbero in ospedale a curare i malati, i giudici non andrebbero in tribunale a giudicare coloro che sono colpevoli."

Ah sì è così che stanno le cose? O forse, dentro di voi, il dovere rigido e castrante potrebbe lasciare il posto a un sentimento di Buona Volontà dove il medico si reca in ospedale a curare i suoi pazienti per amore universale, dove il politico – se c’è bisogno ancora di un politico – va in aula a discutere la prossima legge spinto dall’amore universale e non da altro. E noi qui non vogliamo analizzare la vostra situazione politica, non vogliamo analizzare la vostra situazione sociale e non vogliamo nemmeno analizzare la vostra situazione economica, no non lo faremo perché se così facessimo noi non faremmo altro che alimentare e nutrire quei semi di paura di cui siete purtroppo ampiamente pieni. Vi vogliamo, invece, dare una nuova visione delle cose e dirvi che da subito ogni giorno per voi può essere un giorno di festa e dirvi da subito che ogni sera per voi può essere il momento prima di un nuovo giorno.

Lo sapete e perdonateci, amati fratelli, le nostre prossime forti parole, ma sono necessarie in un lavoro in frequenza che agisce sempre rispettando parametri di sincerità e trasparenza: lo sapete che quando voi nascete viene scritta sul vostro certificato di nascita la vostra data, precisa: giorno, mese, anno, ora e minuti ma non viene scritta la vostra data di cessazione di quella vita? Nessuno di voi sa quando accadrà quel momento, anche coloro che hanno già scelto di andarsene e quindi stanno mettendo in moto quei meccanismi che porteranno a quella scelta; anche coloro che stanno pensando di togliersi la vita non sanno quando accadrà.

Potrebbe essere adesso per tutti quanti noi – sì – potrebbe essere adesso, per tutti quanti noi – il nostro canale femminile non ha sbagliato dicendo "noi" –e allora forse vale la pena fare un piccolo sforzo di Buona Volontà e cominciare a pensare, ma a pensare in verità, che ogni giorno è un giorno di festa.
 

(pausa di silenzio)

 

Noi chiediamo ai nostri canali di non togliere questo minuto di silenzio dal nostro messaggio perché questo minuto di silenzio è necessario affinché ognuno di voi possa trovare nell’intimità del suo spazio sacro la risposta.

Amati, amati, amati fratelli che sia gennaio o sia giugno che sia un giorno di festa stabilito dai tempi storici degli uomini, che sia un momento di buio per le vostre vite o un momento di gioia raggiante i Portatori di Presenza sono sempre con voi, siate anche voi in maniera individuale quel Portatore di presenza che in qualunque momento sa stare accanto ai suoi fratelli in un Territorio Comune scritto con le iniziali maiuscole dove la frequenza della pace è ciò che determina la scelta successiva.

Per fare questo occorre lasciare andare qualcosa nel fiume d’amore che sa trasmutare tutto ciò che voi pensate erroneamente che non si possa trasmutare e allora finiamo questo nostro messaggio con queste parole e dopo le nostre parole chiediamo ai nostri canali di interrompere la comunicazione.

Quindi questi da subito sono i nostri più amorevoli saluti per ognuno di voi.

"Io sono Verbo e accolgo nel mio cuore la sorella guerra, la guardo negli occhi consapevole di essere stato io stesso a crearla e nel fare questo la lascio andare nel fiume d’amore che sa trasmutare ogni cosa da adesso in poi e per tutti il tempo che chiamiamo eternità. Io sono quel Verbo che così stabilisce."*

 

*. Se desideri essere informato sulle "trasmissioni" de I Portatori di Presenza, clicca qui ed iscriviti alla News-Letter della Stazione Celeste.
 

 


I Libri dei Portatori di Presenza


disponibile
a gennaio 2018


disponibile in
autunno 2018

 

* * *

 

 

www.stazioneceleste.it