,

)*(Stazione Celeste)

 

 

I Portatori di Presenza

canalizzati da Paola Borgini

 

 

  

 

 

Lunedì 11 Novembre 2019


Gli Annunaki hanno
plasmato il nostro DNA?


[clicca e ascolta la registrazione integrale della sessione di channeling]

 

 

Ore ~ 10,42
 

Amate Guide,

potete darci il vostro punto di vista sulla teoria che circola, rispetto all’intervento degli Annunaki nella creazione del DNA umano? Grazie.

 

 

Benvenuti amati fratelli,

vi chiediamo di fare un respiro profondo, chiediamo soprattutto al nostro amato canale femminile Paola, di fare un bel respiro profondo, di rilassarsi e di farsi da parte, così come lei sa fare.

Ci fate questa domanda e i Portatori di Presenza, se fossero guide incarnate, se cioè voi foste in un aula di insegnamento e chiedeste un chiarimento al professore, il professore sorriderebbe, guarderebbe all’ingenuità dei suoi alunni e da un certo punto di vista anche penserebbe – che domanda mi stanno facendo i miei alunni, forse io non sono stato un bravo professore, se arrivano a farmi questa domanda?

Ecco questo, senza nessun giudizio, è l’atteggiamento dei Portatori di Presenza, oggi, rispetto a questa vostra domanda, che è una domanda legittima.

La storia dell’uomo è piena di miti e leggende, la storia dell’uomo è anche intrisa di dei, la storia dell’uomo si basa sulle religioni… E dove sta la verità rispetto a tutto questo? Voi chiedete il punto di vista dei Portatori di Presenza e i Portatori di Presenza, lo sapete, sono guide spirituali – si – ma pratiche e concrete.

Facciamo l’esempio della Terra un po’ di tempo fa, non duemilacinquecento anni fa, non diecimila anni fa, ma duecentomila anni fa: com’era l’atmosfera terrestre? Com’era la vita sulla Terra, che genere di animali c’erano, esistevano i pesci, esistevano gli uccelli, ed esisteva anche questa forma di uomo, molto simile a una scimmia? O meglio, esisteva questa scimmia, che cominciava a guardarsi intorno, spinta da una spinta evolutiva al suo interno, e quindi guardandosi intorno ha cominciato a sentire il caldo e il freddo, come delle variazioni di temperatura che solamente non la spingevano a difendersi dal caldo o dal freddo, ma erano uno spunto per utilizzare il caldo o il freddo.

E allora questa scimmia, magari è scesa dagli alberi, magari ha cominciato a camminare su due gambe, non sempre, magari ha cominciato a rompere – diciamo così – i semi con le pietre, per ricavarne nutrimento. No, amati fratelli. No! Se siete su questa direzione, siete sulla direzione, oseremmo dire, sbagliata.

Guardatevi: certamente la scimmia è l’animale che più si avvicina a voi, ma è un punto di vista errato, perché se voi guardaste in maniera più approfondita una farfalla, o un pesce, o guardaste un veloce ghepardo, o al cagnolino che sta ai vostri piedi adesso, mentre ascoltate o leggete questo messaggio, voi ci vedreste ugualmente qualcosa di voi.

Se solamente osservaste la vita con l’occhio, con lo sguardo del Territorio Comune, e non semplicemente con l’occhio mentale, vedreste che la vita è vita, anche quando è pesce, è vita anche quando è veloce ghepardo, è vita quando è scimmia. Vedreste che la vita è vita, ma che l’essere umano è una cosa a parte, perché l’essere umano è dotato di Verbo.

Ha imparato a usare il Verbo? Si, ha imparato a usare il Verbo, ma sapete come? Non passando da un suono gutturale a un suono più articolato, passando ad esempio da un mugugno alla parola “madre”, ma interpretando il concetto di “madre” in maniera differente, in lingue differenti.

È stato detto che ad un certo punto, nelle vostre teorie religiose: Dio punì l’uomo e fece in maniera tale che parlasse più lingue, perché non si comprendessero gli uomini tra di loro . E questi sono messaggi che creano separazione, e questi sono messaggi che creano divisione, e tutti i messaggi che creano separazione e divisione non possono mai, mai, mai essere frutto di una mente spirituale.

In realtà il Verbo si è articolato in linguaggi differenti, esperienze differenti, scelte differenti, e addirittura il fatto che ci siano tra voi degli uomini che hanno il DNA programmato in maniera tale, da poter comprendere e parlare più lingue, beh, – anche quella è ricchezza, che fa parte dell’Umanità.

Quante volte i Portatori di Presenza vi hanno detto, voi parlate di extraterrestri ma noi non vediamo astronavi parcheggiate nei parcheggi sotto casa vostra. Vediamo le vostre macchine, vediamo le vostre motociclette, vediamo le vostre biciclette, i vostri pullman, vediamo le vostre gambe che vi portano in giro, ma non vediamo astronavi.

Però, c’è un chiarimento qui da fare e cioè che non potete essere gli unici e i soli, non solamente in questo sistema solare, ma in altri universi, dove la vita si è sviluppata attraverso altre scelte. E anche dove la vita si è sviluppata attraverso altre scelte, eh, c’è sempre di mezzo un Verbo, scritto qui con l’iniziale maiuscola.

Pensate, anche se voi foste un popolo che comunica attraverso il silenzio, cioè un popolo che non ha bisogno di parlare per esprimere la propria opinione, ma vi basterebbe guardarvi negli occhi, accendendo una comunicazione di tipo telepatico, un po’ come avviene appunto nella canalizzazione, beh, anche lì ci sarebbe bisogno del Verbo.

Sicuramente molti di coloro che sono – diciamo così – arrivati a un uso della vita, che voi potreste definire più evoluto, si sono rimboccati le maniche, per dare una mano a tutti quanti,  e noi non vogliamo assolutamente come Portatori di Presenza qui, addentrarci troppo in argomenti che vengono trattati da altri canali,  però anche voi fate la medesima cosa:  vi rimboccate le maniche, per aiutare i vostri fratelli e sorelle, che ne hanno bisogno.

Ma attenzione, dietro c’è la domanda; quel bisogno viene espresso in una domanda specifica, e allora forse non arrivano gli angeli a tirarvi fuori dai guai, non arrivano i santi a tirarvi fuori dai guai, o ipotetiche guide spirituali che non si sa bene da dove arrivino. Ma arrivano parti di voi, che sono – diciamo così – dotate di un’evoluzione più avanzata.

Perché l’Umanità è unica, siete tutti, tutti quanti, assolutamente connessi, a livelli diversi, con esperienze diverse.

Ora la vostra domanda è: “È esistito un popolo, che è arrivato sulla Terra e ha plasmato il DNA umano?” Ma, amati fratelli, i Portatori di Presenza quando parlano con voi e voi dite “si”, beh, stanno facendo la medesima cosa. Vi stanno dando la possibilità di codificare la vostra genetica in maniera differente, voi potete scegliere questa verità o potete non sceglierla. Ma se i Portatori di Presenza parlassero ad una scimmia, quale sarebbe il risultato, senza nulla togliere ai nostri amati amici animali? Anzi, vi diremmo di più: i nostri, amati amici animali, se sentissero queste canalizzazioni, si sentirebbero connessi con voi, a livello animale. Riconoscerebbero la frequenza della verità, ma un cane non diventerebbe un cane che cammina su due zampe, perché ha ascoltato i Portatori di Presenza, mentre un uomo che ha ascoltato i Portatori di Presenza, potrebbe diventare un uomo che ha una visione di sé stesso uguale al proprio Territorio Comune, e questo cambia la sua genetica. Cambia la sua genetica, perché c’è l’informazione depositata e quell’informazione passa nel figlio del figlio, del figlio e continua di generazione in generazione…

Quello che c’è sbagliato in questa teoria, che vede fratelli di altre galassie venire qua, è un errore umano, cioè voi pensate che altri dall’esterno vengano per prendere qualche cosa che voi avete, in questo caso del metallo prezioso. E c’è un altro errore di base che purtroppo è causa di molti conflitti sul pianeta: voi pensate che altri arrivino qua per controllarvi, per dominarvi. E allora cosa fate? Voi date all’esterno il potere delle vostre scelte.

La giusta domanda non è tanto quella di sapere se c’è stato un popolo chiamato Annunaki, che è venuto sulla Terra e ha fatto della scimmia un uomo, la giusta domanda è perché voi continuate ad avere questa visione della storia, delle cose, di voi stessi. Visione che porta separazione… e sapete dove  porta la separazione? Che adesso ci sono persone che credono a questa teoria e persone che non credono a questa teoria, e certamente queste sono loro scelte, ma non sono scelte che portano ad una condivisione, ad un dialogo, sono scelte che portano ad un conflitto, perché quelli che credono a una teoria simile vorranno sempre avere ragione su quelli che non credono a questa teoria, e viceversa.

Perché l’essere umano, invece di avere una visione di qualcosa che arriva dall’esterno come un dono, vede qualcuno che arriva dall’esterno per controllare?

La teoria che ci sono fratelli più evoluti, che si mettono al servizio, oh beh, si, quella è veramente una giusta teoria, quello che c’è di sbagliato, è pensare che questi fratelli più evoluti, si mettano al servizio – al servizio di sé stessi ovviamente – per controllarvi, per rubarvi l’oro, per sottrarvi le terre, per possedere le vostre donne, per dare così inizio ad una razza.

Ma dove sono questi Annunaki adesso? Dove sono spariti? Perché non sono più qua? Qua, a parlarvi, a dominarvi, a controllarvi!

Hanno dato inizio ad un movimento, che ha portato addirittura alla creazione di una religione che si, vi controlla, e poi sono spariti? Forse che non c’è più oro sulla Terra? Forse che non ci sono più ricchezza sulla Terra? Forse che non ci sono più donne da violentare sulla Terra? Non è proprio così che stanno le cose…  

Voi siete l’emanazione dell’Io sono la Grande Presenza Io sono, voi siete Luce che si fa Carne. Andatevi un po’ a ripassare ciò che vi è stato dettato in Lavorare in modo semplice con gli Angeli, lì dove abbiamo cominciato a fare piazza pulita di tutte le teorie che non servono e vi appesantiscono.

Anche i Portatori di Presenza potrebbero essere considerati Annunaki, per ciò che stanno facendo, stanno arrivando da un’altra dimensione e stanno parlando ai loro fratelli e alle loro sorelle;messaggi che parlano in frequenza… Quante volte ve l’abbiamo detto? Messaggi che arrivano in frequenza e la frequenza è capace, si, di toccare le vostre cellule, la vostra genetica, il vostro corpo. Ma questo viene fatto per controllare? No! Questo viene fatto per possedere le vostre ricchezze? No! Questo viene fatto per aiutarvi ad evolvere? Si! Ma perché? Perché voi l’avete chiesto!

E quindi assumetevi le vostre responsabilità, fate questo con coraggio, ce l’avete questo coraggio, siete voi gli dei che hanno violentato le donne, voi gli dei che hanno sottratto l’oro, voi gli dei che hanno schiavizzato altri, fatti a vostra immagine e somiglianza… Perché vostra è stata la scelta di dire “questo si” e “questo no”, “questo lo dico” e “questo non lo dico”.

E attenzione all’interpretazione letterale e non delle vostre lingue antiche, perché quello era Verbo scritto nella lingua di allora, e la lingua di allora non è la lingua nella quale voi vi esprimete adesso. La lingua nella quale vi esprimete adesso è la migliore espressione del Verbo in questo momento. Se i Portatori di Presenza arrivassero ancora qui tra trecento anni, o fossero venuti qua trecento anni fa, certamente non si esprimerebbero nell’italiano che usa Paola in questo momento. Capite, amati fratelli? Allora non andate a chiedervi se quelle interpretazioni sono giuste, chiedetevi perché, ancora una volta, vi trovate di fronte a teorie che separano.

Le spiegazioni delle vostre radici sono spiegazioni giuste e legittime, le stiamo affrontando da un altro punto di vista nel libro che stiamo dettando in questo momento e cioè Il Grande Libro della Scelta, dove si cominciano a mettere semi di luminosa verità, rispetto a quella che è la storia dell’uomo. Però, amati fratelli, chiedetevi perché state facendo tutto questo. Certo, sarebbe comodo se ci fosse un Dio dall’esterno che vi controlla, che vi dà le tavole della legge da rispettare, un Dio che dice tu vai in paradiso, tu vai all’inferno.

Sarebbe più comodo, ed è qui che cade sempre l’essere umano, nel non assumersi la propria responsabilità, la responsabilità dell’Essere Umano (scritto qui con le iniziali maiuscole), o meglio la responsabilità dell’essere un Essere Umano Adulto Responsabile sta nel dire, ad esempio: “Ho qui i Portatori di Presenza che mi parlano, che cosa voglio fare di questi messaggi?”Ed è la stessa cosa che è successa, quando avete chiesto aiuto e altri fratelli più evoluti hanno risposto. Non certamente mandando le tribù d’Israele, come c’è scritto, a combattere le une contro le altre – no – hanno risposto, dicendo:  “Non esiste nessun dio all’infuori di te”. Questa è la risposta che danno sempre guide spirituali pratiche e concrete, che agiscono in sincerità e trasparenza e sono spinte dall’amorevole verità, quando l’uomo fa una richiesta di aiuto.

Perché come Esseri Umani siete dotati della capacità di dialogare, attraverso un canale di comunicazione che non è solo il cellulare, che non è solo un libro, che non è solo la parola pronunciata.

Questa è la nostra risposta alla vostra domanda, vi esortiamo ancora una volta a considerarvi per ciò che siete: esseri magnifici, ma complessi. Nella vostra complessità c’è la frequenza dell’innata maestria, del vostro essere Maestri, sempre, il Maestro che è in voi come legge tutto questo? Tiratelo fuori, chiedetelo a lui, non venite a chiederlo ai Portatori di Presenza, chiedetelo a voi stessi.

Il Maestro che è in voi e di cui siete tutti dotati, come vede tutto questo?

E questo per noi è uno stop, e questi sono i nostri più amorevoli saluti.

Stop!


 

*. Se desideri essere informato sulle "trasmissioni" de I Portatori di Presenza, clicca qui ed iscriviti alla News-Letter della Stazione Celeste.
 

 


I Libri dei Portatori di Presenza

 

* * *

 

 

www.stazioneceleste.it