,

)*(Stazione Celeste)

 

 

 

Madri Stellari

canalizzati da Paola Borgini
 

 

 

  

 

 

Giovedì 16 aprile 2020
nel webinar del gruppo fb Ponti di Luce



Come stabilire un contatto
con la Memoria Akashica


[l'audio della sessione di channeling]

 

 

 

Ore ~ 14,27 

Questo è il divino canto delle Madri Stellari, nel caso della madre stellare che ci ospita e che sta parlando, aggiungiamo l’aggettivo pleiaidiane e quindi oggi vi parliamo adesso come Madri Stellari che si ricollegano anche al proprio DNA pleiaidiano.

Questo non significa che siete extraterrestri, no, voi siete esseri umani, calati in questa realtà del pianeta che vi ospita. Questo significa piuttosto che dentro di voi sono scritte molte storie.

L’umanità ha avuto tanti cicli, l’umanità ha passato tante epoche. Spesso l‘uomo pensa che c’è stato un tempo in cui le cose andavano meglio, è quando l’uomo coltiva il tempo del rimpianto e della nostalgia dentro di sé, invece di andare a cercare il tempo della speranza e della gioia.

Ci sono state molte epoche storiche e tutti quanti voi che siete qua, le avete attraversate. Una volta avevate la pelle chiara, una volta avevate la pelle scura e alcuni di voi sempre in ogni epoca hanno portato il canto delle Madri Stellari.

Le Madri Stellari non parlano, cantano, quindi è solo attraverso il suono della vostra voce che voi potete connettervi alla memoria di ciò che siete.

Non permettete a nessuna parte di voi che si connetta a quella memoria attraverso un desiderio di rimpianto, attraverso una condizione nostalgica. Quello che vi impedisce di esprimervi per ciò che siete, è perché spesso coltivate rimpianto e nostalgia.

Lasciate che la nostalgia guidi le liriche poetiche, perché lì è la benvenuta, attraverso la nostalgia il poeta svela una parte della vita, voi si, voi ricordatevi i tempi passati, ma coltivate il tempo della speranza e della gioia, perché quello è il momento dell’adesso.

Per trovare la connessione con la vostra memoria personale, occorre che voi coltiviate il tempo della speranza e della gioia.

Tutti quanti voi vi sentite portatori in una certa qual maniera di qualche colpa, é quando non riuscite ad essere omologati, è quando pensate bianco mentre tutti gli altri pensano nero, per l’uomo da sempre è molto difficile riuscire ad esprimersi con la propria visione, attraverso la propria visione. È difficile perché siete fedeli ad un modello, che non è tanto il modello dei vostri genitori o della vostra società, quanto l’idea che voi avete di come debba essere l’essere umano.

Le vostre memorie akashiche sono scolpite nei vostri sguardi, le vostre memorie akashiche sono scolpite nelle linee delle vostre mani, le vostre memorie akashiche sono rappresentate dal colore della vostra pelle, le vostre memorie akashiche sono ogni pezzo del vostro corpo.

E se voi le volete ritrovare per fare in modo di smettere con il sentirvi frammentati, allora bisogna fare l’ingresso nel momento di adesso, e il momento di adesso ha il nome della speranza e della gioia.

Il momento di adesso è il tempo della speranza e della gioia.

Le Madri Stellari vogliono dire qualcosa rispetto a ciò che sta accadendo oggi, mentre voi ci state ascoltando, in questo momento come umanità tutta quanta state attraversando un momento di sbigottimento. È un momento di sbigottimento che scaturisce dalla sensazione che fuori di voi ci sia qualcosa di pericoloso, che è venuto a catturare le vostre vite.

Parti di voi pensano che questo sia vero, parti di voi pensano che questo sia complottismo, parti di voi pensano che sia manipolazione, parti di voi pensano che ci siano forze oscure che minacciano la vostra libertà. Le Madri Stellari vi invitano a fare piazza pulita di tutti questi pensieri e sostituirli con il tempo della speranza e della gioia.

Perché è solo con la connessione al momento di adesso, che voi comincerete a ricordarvi.

Se voi cominciate a ricordarvi attraverso il rimpianto e la nostalgia, non andrete da nessuna parte, invece di andare avanti come è giusto che sia, perché la vita quello fa, ha un movimento in avanti che sempre la alimenta, invece di andare avanti voi farete dei passi indietro e poi dei passi indietro e poi dei passi indietro.

E quando si fanno tutti questi passi indietro, si cade in quella che le Madri Stellari chiamano la confusione spirituale.

È un po’ quello che i vostri media stanno facendo adesso, ci sono notizie bianche e notizie nere, non lo fanno per cattiveria, lo fanno perché tutti quanti dentro state coltivando la confusione spirituale.

Spazzatela via attraverso il tempo della speranza e della gioia.

Ognuno di voi possiede il suo suono, ognuno di voi possiede il suo nome, è attraverso l’emissione di quel suono che voi fate il passaggio nella materia, è una cosa molto più scientifica di quanto voi non riusciate a comprendere.

È attraverso il vostro suono personale che è unico per ognuno di voi, che voi fate il passaggio nella materia. Quando ristabilite il contatto, o meglio, quando scegliete di portare nelle vostre vite il contatto con la vostra memoria akashica, voi lo fate attraverso il ricordo di quel suono.

Ma se siete nel tempo del rimpianto e della nostalgia, quel suono vi porta nella confusione spirituale, generando ego spirituale che vi fa sentire meglio di chi vi sta seduto accanto.

Invece se scegliete di collegarvi alle vostre memorie attraverso il tempo della speranza e della gioia, quella che viene è la sensazione di libertà assoluta. E tutto quello che succede intorno a voi… e anche in maniera così drammatica, acquista un’ importanza molto meno rilevante, perché quello che diventa importante siete finalmente voi, con tutte le vostre scelte.

Ci sono alcuni popoli che non credono nella reincarnazione, e ci sono invece popoli che credono nella reincarnazione, qual è la verità? Dov’è la verità? Dove vado quando muoio, torno nel posto dove sono venuto, mi aspetta il paradiso, mi aspetta l’inferno se mi sono comportato male? È proprio vero che risorgeranno i corpi?

Amati figli, queste sono leggende metropolitane, non esiste un tempo dove ci sia la reincarnazione e un tempo dove la reincarnazione invece è negata.

Esiste il vostro suono personale che si sveglia ad una realtà fisica, quando sceglie e decide di farlo. E cosa vi spinge a farlo? L’amore universale, attraverso le parole cantate delle Madri Stellari, voi incontrate l’amore universale, quell’amore che non conosce ostacoli, quell’amore che non sopporta i condizionamenti, quell’amore soprattutto che fa giustizia laddove ci deve essere giustizia. Non è una giustizia punitiva, ma è una giustizia risolutiva, è la giustizia che apre le porte al momento susseguente, il momento susseguente è laddove c’è redenzione da pensieri che hanno generato una realtà non allineata nella verità.

Alcuni di voi sono stati qui tante volte, alcuni di voi hanno deciso di tornare tante, tante, tante volte, hanno deciso di farlo per riunificare parti di sé, ma non per obbedire a un karma, semplicemente per riunificare parti si sé.

Mettiamo che voi siate uno scolaro, che incomincia ad andare a scuola per imparare a leggere e a scrivere, partite tutti da quella base, tutti quanti andate a scuola per imparare a leggere e scrivere, ma poi i vostri percorsi scolastici si differenziano, ci sarà chi sceglie la matematica, ci sarà chi sceglie l’ingegneria, ci sarà che sceglie la letteratura eccetera…

Per poi rendervi conto alla fine della vostra vita che vi serve la matematica, vi serve la letteratura vi serve l’ingegneria, vi serve l’arte, vi serve la medicina, vi serve tutto questo.

Ecco, quando voi stabilite un contatto con le vostre memorie akashiche, voi riunificate tutto questo dentro di voi e vi rendete conto che tutte queste parti di cui voi siete andati a fare esperienza singolarmente, come un bravo e diligente scolaro, sono tutte dentro di voi, sono la medesima cosa, sono il vostro desiderio di acquisire conoscenza.

Quando voi acquisite conoscenza come individui, tutta la conoscenza dell’umanità si eleva: è in questo modo che funziona la vostra akasha!

Mentre in quella che potremmo definire l’akasha più stellare, un’akasha che ha le sue radici in un universo che va oltre quello che è il pianeta nel quale siete incarnati adesso, quell’akasha non ha bisogno di elevarsi: quell’akasha sa,

Ma qui adesso noi parliamo all’essere umano, all’essere umano che sta ascoltando e vuole trovare dentro di sé la connessione con la propria memoria eterna.

Tutti quanti nel vostro corpo siete dotati di quella connessione, tutti quanti siete la scelta di tutte le vostre scelte, lo vedete attraverso il vostro sguardo, attraverso le linee delle vostre mani, attraverso il colore della vostra pelle.

Ma se voi mettete le mani qui, proprio sul petto, allora è da lì che parte il suono che poi si sprigiona nella gola ed esce nell’etere.

Se rimanete in silenzio, guidati dalla voce delle Madri Stellari e appoggiate le vostre mani in quel punto, voi potete andare a sentire il canto, quel canto che sul pianeta viene custodito dalle Madri Stellari, incarnate sotto forma di balene. Le balene trasmettono il canto nelle acque marine, ed è attraverso quella frequenza che voi potete ritrovare il vostro suono primordiale.

Questo l’esercizio che vi danno le Madri Stellari pleiadiane, questo è ciò che voi ci avete chiesto, può essere che all’inizio quel suono assomigli molto a un OHM, perché OHM diciamo così è un suono che appartiene all’essere umano in quanto tale, che voi siate di civiltà orientale o che voi siate di civiltà occidentale.

L’OHM è il suono attraverso il quale voi vi accorgete di essere portatori di un Verbo, quindi è possibile che all’inizio non vi venga il vostro suono, vi venga questo OHM che è propedeutico però all’apertura dentro di voi alla connessione con la vostra akasha.

Esercitatevi con quello se da subito non ricevete il vostro suono, dovete andare a lavare vecchi strati, dovete andare a togliere un po’ di pesi inutili.

Ma come, potreste dire voi, ancora togliere pesi inutili, ancora lavare cose che non servono? La pulizia è una cosa che andrebbe fatta tutti i giorni ed è così che poi non si portano dietro pesi inutili, invece si fa poca attenzione a quella che è la pulizia energetica.

Se voi fate ogni giorno delle piccole pratiche di pulizia energetica attraverso l’invocazione all’acqua, cioè usando l’acqua perchè faccia pulizia di tutto quello che non serve, allora vedrete che vi sentirete più leggeri, vi sentirete alleggeriti e la connessione con quella memoria eterna diventerà più facile per voi.

E una volta che sarà stabilita quella connessione le informazioni che arriveranno arriveranno, e saranno informazioni di tipo animico, legate alla vostra storia, legate a ciò che siete legate a quelli che sono i vostri obiettivi, legate a quelle che sono le vostre esperienze.

Quindi il consiglio delle Madri Stellari è di non attaccarvi ai vostri cellulari, andando a raccontare a tutti gli amici che cose meravigliose vi stanno capitando. Rimanete nel vostro silenzio interiore, rimanere nel silenzio interiore quando ci si collega all’akasha è fondamentale, per non cadere ancora una volta in quella che le Madri Stellari chiamano la confusione spirituale.

Così le Madri Stellari oggi hanno detto, così Madri Stellari oggi hanno parlato.

Che la pace sia con voi sempre, possa la pace essere sempre con voi.

 

___________________________

*. Se desideri essere informato sulle "trasmissioni" di Paola Borgini, clicca qui ed iscriviti alla News-Letter della Stazione Celeste.
 

**. L'ebook di Lavorare in modo semplice con gli Angeli, il primo libro di Paola Borgini, è scaricabile gratuitamente su Anazon, GooglePlay e Applestore,  e in tutti gli ebook store.
  



 

 


I Libri dei Portatori di Presenza

 

* * *

 

 

www.stazioneceleste.it