,

)*(Stazione Celeste)

 

 

 

Madri Stellari

canalizzati da Paola Borgini
 

 

 

  

 

 

Giovedì 11 giugno 2020
nel webinar del gruppo fb Ponti di Luce



Vitalità!


[l'audio della sessione di channeling]

 

 

Ore ~ 21,29

Questo è il divino canto delle Madri Stellari Pleiadiane.
Le Madri Stellari, in ogni caso e sempre sostengono la vita nell'universo.

Se decidete di cadere, voi siete ampiamente sostenuti; se decidete di elevarvi voi siete potentemente sostenuti; se decidete di cantare voi siete accolti; se decidete di parlare voi siete ascoltati, sempre; se decidete di camminare vi viene aperta la via; se decidete di amare, i vostri cuori partecipano. E la partecipazione ad un incontro d'amore sempre, sempre, sempre è sostenuto dalla parte di voi che nutre la vostra Vitalità.

Stasera noi in questo cerchio luminoso di stelle e astri, di uomini e pianeti, di terra e cielo, vorremmo parlarvi della vostra Vitalità. Non tanto della vostra energia vitale, quella che usate ogni giorno per affrontare gli impegni quotidiani, quanto piuttosto della vostra Vitalità.

Ognuno di voi possiede Vitalità, lasciate che la Vitalità scorra dentro di voi, lasciate che la Vitalità vi nutra come un’ala angelica della leggerezza, come tutte quelle sonore onde, che arrivano al vostro orecchio, quando permettete all'universo di parlarvi.

Le Madri Stellari sono sempre state con voi, le Madri Stellari sono così antiche che le potremmo definire slegate dal tempo, persino da un concetto di Eternità. Ma le Madri Stellari sono sempre state insieme a voi.

E, stasera, dal momento che vi conoscono ad uno ad uno; e, stasera, dal momento che vi ri-conoscono ad uno ad uno, perché vi hanno tenuto tra le braccia quando avete lasciato i vostri corpi, perché vi hanno tenuto tra le braccia quando avete cominciato a respirare, le Madri Stellari stasera vi chiedono di concentrarvi e di ritornare al concetto di Vitalità.

State attenti, amati figli, state attente amate figlie, il concetto di Vitalità non ha nulla a che fare con l'energia vitale, quella che vi serve per affrontare i vostri impegni quotidiani.

Se voi siete malati, voi avete poca energia vitale, se voi siete stanchi, perché avete affrontato molti impegni quotidiani, voi avete poca energia vitale e allora è giusto che per voi inizi il tempo del riposo.

Ma la Vitalità, invece, è qualcosa di completamente differente, ed è un concetto ancora una volta legato al vostro maschile al vostro femminile.

Esiste una Vitalità femminile ed esiste una Vitalità maschile; come maschile e femminile voi avete la vostra impronta vitale, ma come maschile e femminile voi possedete al vostro interno una duplice Vitalità, quella del maschile e quella del femminile, intesi come principi divini che operano dentro di voi.

Questa non è una cosa da sottovalutare, questa è una cosa da tenere ben presente, proprio in questo esatto momento storico, che vi vede ritornare alla vita dopo un periodo che tutti quanti sul pianeta in maniera concorde avete chiamato “un periodo di lockdown”.

Invece le Madri Stellari vi chiedono di lasciar perdere il concetto di lockdown e di cominciare a vedere ai mesi passati con un'altra prospettive: quella della clausura dell'uomo di Dio, della donna di Dio, che decide deliberatamente di chiudersi tra quattro mura, per andare a esplorare l'intima connessione che c'è in ognuno di voi con il vostro principio di Io Sono.

Certamente avete vissuto l'imposizione dei governi come un'imposizione. Ma se noi vi dicessimo adesso, che coloro che sono stati al governo in quel momento non facevano altro che ubbidire ai vostri desideri maestri, come rispondereste? Che cosa direste alle Madri Stellari che vi chiacchierano così cordialmente questa sera?

Voi avevate bisogno di chiudervi in clausura, era necessario, il Maestro che è in voi bramava questo momento, perché il Maestro che è in voi ha vissuto la clausura non come un un'imposizione, ma come un'apertura, ma come una possibilità, ma come l'ingresso verso una nuova leggerezza.

In parole povere vi dicono le Madri Stellari: Vitalità! Vitalità! Vitalità!

Chiusi nelle quattro mura delle vostre stanze, chiusi nelle quattro mura delle vostre celle, vi siete trovati faccia a faccia con la vostra Vitalità. E ve lo ripetiamo, la vostra Vitalità è maschile, la vostra Vitalità e femminile e nello stesso tempo, per quelle cose meravigliose e inspiegabili che accadono nell'universo, la vostra Vitalità è maschile e femminile allo stesso tempo.

Esploratevi per ciò che siete: se siete maschi, amatevi come maschi, se siete femmine, amatevi come femmine, e non guardatevi gli uni verso gli altri come se voi foste dei nemici...

Noi siamo sempre state con voi, amati figli, sempre, ancor prima che voi cominciasse a spuntare come tenera erbetta nel mondo, noi già c'eravamo per dissetarvi. E vi diciamo, che quando voi pensate che i maschi sono in un determinato modo e quando voi pensate che le femmine sono in un determinato modo, voi vi limitate, ma vi limitate in una maniera che non potete neanche immaginare.

E allora accoglietevi per ciò che siete, deliberatamente avete scelto di essere rinchiusi in una clausura. Quanto è durata questa clausura? Un giorno? Trenta giorni? Sessanta giorni? Oh.. vi siete, vi siete buttati sulla protesta, oppure vi siete immersi nella paura, ma questa clausura l'avete scelta voi.

A un certo punto del DNA collettivo, della Akasha – intesa come Akasha dell'Umanità – voi avete deciso che ci fosse scritta questa parola “clausura”. E allora ecco che arriva un virus dall'esterno, che purtroppo qualcuno si è portato via, ma voi non state qui oggi a piangere i morti, voi state qui a celebrare la vita attraverso la vostra Vitalità, lasciando che i morti riposino nel rispetto delle loro scelte.

Le Madri Stellari collaborano co-operano con le forze magnetiche di Gaia per fare in modo che tutte le informazioni contenute nella Akasha siano sempre a disposizione di ognuno di voi. E le Madri Stellari vi dicono – che voi ci crediate o meno – che nel DNA della Akasha umana c'erano proprio scritte queste parole: che in questo esatto momento storico, due zero due zero, sarebbe avvenuta la clausura planetaria. Qualcuno di voi l'ha vissuta bene, qualcuno di voi l'ha vissuta meno bene, ma il Maestro che c'è in ognuno di voi, il Maestro che c'è, si è sentito liberato il Maestro, che c'è in ognuno di voi ha fatto cadere a terra tutti gli abiti dell’ego, tutti gli abiti delle vite passate, tutte le cose che non servivano più e si è specchiato nella propria nudità.

Dopo il Maestro ha fatto un po' fatica a tornare fuori, qualcuno di voi magari ha scelto di rimanere ancora nella clausura, era scritto anche questo. Ecco perché i governanti di tutto il mondo, per obbedire al servizio dei loro fratelli, stanno temporeggiando. Quando voi finalmente sceglierete di lasciare andare la clausura e di cominciare a vivere, i governi muteranno, obbedendo alle vostre richieste.

E sapete? I governi non obbediscono alle richieste degli alti papaveri, i governi non obbediscono alle richieste di un'élite, i governi – che voi ci crediate o meno – obbediscono alle richieste del vostro cuore.

E le Madri Stellari vi chiedono stasera: a che punto sei, amato figlio, con la tua Vitalità? A che punto sei, amata figlia, con la tua Vitalità?
Quando tu scegli di essere Vitalità, quando tu accetti di essere Vitalità, le malattie cadono, le disarmonie cadono, gli ostacoli si appianano, i confronti si fanno amorevoli... Ma questo non è un tempo futuro dell'uomo, questa è la vostra caratteristica!

E non dite che non è vero e non è sperimentabile, perché ognuno di voi, nell'arco della propria vita, indifferentemente dagli anni che ha, ognuno di voi ha comunque sperimentato uno dei momenti di cui vi parlano le Madri Stellari – specificatamente queste sera – Pleiadiane.
Le Madri Stellari hanno la pelle di mille colori, le Madri Stellari hanno la pelle scura come la notte, le Madri Stellari hanno la pelle chiara come il chiarore della luna piena, le Madri Stellari hanno l'incarnato colore del grano maturo, le Madri Stellari hanno la pelle color ocra, le Madri Stellari hanno la pelle colore della pesca, le Madri Stellari sono in ognuna delle vostre razze: sono sciamane, sono curandere, sono amorevoli abbracci, ce l’avete!

Amato maschile che stai qui stasera, cercando sulla via la tua compagna, la Madre Stellare è già dentro di te. Amata figlia femmina, femminile, che stai qui questa sera, cercando dentro di te un principio paterno che ti sappia accogliere, noi ti diciamo che sei Madre Stellare e attraverso il tuo essere stella, tu muovi le sfere dell’universo.

Voi non ci credete perché fate fatica a specchiarvi nella vostra magnificenza, ma in realtà le cose nell’universo sono così, sono semplici da un certo punto di vista: esiste un Principio che è l’Amore ed esiste tutto il resto che serve quel Principio. E voi attraverso la vostra Vitalità, potete scegliere di servire l’amorevole Principio che vedete nei vostri occhi quando vi specchiate.

Con voi poco tempo fa, abbiamo parlato di impermanenza, l'impermanenza delle Madri Stellari era un invito a specchiarsi nelle acque del fiume, quelle acque che non stanno mai ferme, che – anche se piano piano – pur sempre scorrono.

Stasera vi diamo qualche nozione in più rispetto a quel fiume di impermanenza, quel fiume di impermanenza è il vostro tempo e più voi lo lasciate andare, più voi rimanete stabili nel vostro centro.

Le Madri Stellari, le stelle, il cosmo, i pianeti tutto quanto che non è materia senziente come voi esseri umani, conosce benissimo questo principio e si affida.

Che cosa ti sta trattenendo dall'affidarti anche tu? Che cosa ti sta trattenendo dall’affidarti? Il fatto di non riconoscerti come Vitalità!

Stai attento, stai attenta, la Vitalità non è la tua energia vitale, la tua energia vitale oscilla tra zero e cento. Se sei a zero hai lasciato il corpo, se sei a cento, per esempio, sei unito ad un altro tuo fratello o tua sorella e stai procreando, se sei nella malattia sei vicino allo zero, se sei nel benessere sei vicino a cento.

Quella è la tua energia vitale, che miracolosamente oscilla da parti – diciamo così – più basse a parti più alte. Dipende da te, da come ti tratti, dalle scelte che fai, da come ti nutri, da come ti prendi cura del tuo tempio corpo.

Ma la Vitalità è un'altra cosa e noi stasera, in questo chiacchierare spirituale tra noi e voi, vi chiediamo amati figli, vi diciamo amate figlie, rendetevi conto che ognuno di voi è Vitalità.

Voi attraverso la vostra Vitalità potete camminare in un campo e portare il miracolo, voi attraverso la vostra Vitalità potete stringere un corpo e riportare calore, voi attraverso la vostra Vitalità potete cambiare uno scenario di realtà. E non è che vi serva molto per rendervene conto, e non è che abbiate bisogno di chissà quali livelli a cui aspirare o arrivare: semplicemente occorre che vi riconosciate col vostro maschile e il vostro femminile, sapendo bene che la Vitalità femminile ha una caratteristica e che la Vitalità maschile ne ha un'altra. Senza dimenticare mai però, che sia come femminile che come maschile, dentro di voi i due principi operano amandosi.

E quindi non dite più: “Oh lui che è maschio...”, non dite più: “Oh lui che è femmina...”, ma onorate la vostra maestria perché è la vostra maestria che vi ha condotti fino a qua, è la vostra maestria che vi ha permesso di essere ciò che siete.

Così le Madri Stellari hanno parlato con voi in questo chiacchierare spirituale che però non prescinde mai del vostro tempio corpo.

Le Madri Spirituali quando arrivano accompagnano verso la Pace.

Quindi che la Pace sia con voi, sempre!

Possa la pace essere sempre con voi.

 

__________________________

*. Se desideri essere informato sulle "trasmissioni" di Paola Borgini, clicca qui ed iscriviti alla News-Letter della Stazione Celeste.
 

**. L'ebook di Lavorare in modo semplice con gli Angeli, il primo libro di Paola Borgini, è scaricabile gratuitamente su Anazon, GooglePlay e Applestore,  e in tutti gli ebook store.
  



 

 


I Libri dei Portatori di Presenza

 

* * *

 

 

www.stazioneceleste.it