)*(Stazione Celeste)

 

 

 

OPERAZIONE LIBERTA' INFINITA

Ciò che noi chiamiamo "vita" su questo pianeta - quella settantina d'anni che trascorrono in media dalla "nascita" alla "morte" - è solo una breve esperienza all'interno della gamma di frequenza dei cinque sensi. E' un'esperienza breve e intensa delle dense vibrazioni di questa realtà dei cinque sensi, che permette alla nostra coscienza di guardare sè stessa.
Il corpo è il veicolo materiale che consente che ciò avvenga.
Purtroppo questo "mondo" è così manipolato che gli esseri umani oggi pensano di essere e di poter fare solo ciò che la natura dei loro corpi rivela.

Il razzismo, ad esempio (culturale, religioso, etnico, ecc.), è solo una delle espressioni di questo ridicolo fraintendimento. E' come se un astronauta giudicasse sè stesso e le sue capacità sulla base della tuta spaziale che indossa.
Penseremmo che sia stupido.
"Tu non sei la tuta spaziale che indossi!", gli diremmo, "sei ciò che sta dentro quella tuta".
Già. Ma è così che la maggior parte della gente giudica sè stessa e il mondo secondo dopo secondo. Ho un corpo, quindi sono. Il mio corpo è nero, bianco, giallo, marrone, maschile, femminile, snello, alto, basso, vecchio, giovane, pelato, gonfiato o incasinato?
Sono questi i giudizi che esprimiamo su di noi e sugli altri a proposito di chi siamo noi e di chi sono gli altri.

A questi giudizi si sommano quelli espressi sulla base di ciò che facciamo per "vivere" e di quanti soldi o popolarità abbiamo o non abbiamo. Se osservate il mondo, questi due criteri - il corpo e il conto in banca - sono le basi su cui la maggior parte della gente giudica sè stessa e gli altri in termini di successo o di fallimento. Se siete grassi e avete un sacco di soldi, i soldi compensano il grasso. Non ha soldi, ma è stupendo. Se siete belli e ricchi avete fatto tombola e i paparazzi vi seguiranno ovunque andrete, così i falliti vedranno cosa si perdono.
Noi giudichiamo il successo in questi termini e gli Illuminati sono contentissimi, anzi hanno fatto di tutto perchè fosse così. Più valutiamo il successo e l'insuccesso sulla base della realtà dei cinque sensi - la bellezza e il conto in banca - più ci lasciamo abbindolare dalle illusioni di questo "mondo".
Rimaniano intrappolati nella rete e dimentichiamo chi siamo - una Coscienza Infinita che si manifesta in forma fisica. Questa è l'ultima cosa che gli Illuminati vogliono farci sapere e per questo hanno creato una società basata sulla stimolazione dei cinque sensi, trasformandoli in oggetti di culto e dipendenza ed eliminando i legami tra il nostro io incarnato e il nostro Io Infinito: l'Oceano.

Come cantava John Lennon:

Fatevi istupidire dalla religione, dal sesso e dalla TV.
E pensate pure di essere furbi e liberi e di non appartenere ad alcuna classe.
Ma da quel che vedo siete ancora dei fottuti contadini.

Siamo sottoposti quotidianamente alla stimolazione e alla manipolazione dei cinque sensi finalizzata a imprigionarci in questa realtà e ad ancorare la nostra coscienza e la nostra percezione a quel livello del nostro Io Infinito.
Vogliono che rimaniamo dentro al guscio.
"Ti piacerebbe aprire la tua mente alla possibilità infinita?"
"No, grazie, preferisco che mi diano una palpatina".

Gli additivi alimentari, i vaccini e l'esplosione di sostanze chimiche che vengono consumate ogni giorno come "cibi", "bevande" e "medicine" sono anch'essi finalizzati a interrompere il Collegamento che dalla prigione dei cinque sensi ci conduce verso l'Io Infinito. Lo stesso vale per le guerre, i conflitti, gli attentati terroristici e le manipolazioni finanziarie. Vogliono che ci interessiamo solo del potere e della sopravvivenza e della paura in tutte le sue forme, in modo da non farci mai meditare sulle questioni importanti della vita: chi siamo e cosa diavolo ci facciamo qui?

"Ehi amico, non posso pensare a questa roba, ho giusto di che vivere e una famiglia da mantenere".
Ehi? TOC, TOC, c'è nessuno? Tu sei una Coscienza Infinita e avrai tu il controllo della tua realtà quando lo vorrai. Puoi vivere o, come fa la maggior parte della gente, lasciarti vivere. Preferisci l'oppressione e il controllo o la Libertà Infinita? Puoi scegliere e non farti ingannare da nessuno.

COS'E' LA REALTA'? CIO' CHE VOLETE CHE SIA.

Se vi sedete in una stanza con un gruppo di persone e decidete di attaccarvi a vicenda, ciò che ne verrà fuori sarà un'esperienza molto spiacevole. Ma la responsabilità di quell'esperienza non sarà imputabile a qualche forza esterna. Sarete stati voi e gli altri a decidere di comportarvi così. Avrete creato voi quella realtà e, anche se potrete incolpare questa o quella persona per "aver iniziato", la verità sarà che sarete stati tutti responsabili in ugual misura.
Questo è ciò che sta accadendo alla razza umana nel suo insieme ogni giorno.
Siamo tutti responsabili per ciò che sta accadendo nel mondo e nelle nostre vite, ma continuiamo a scaricare la colpa gli uni sugli altri.
Quello stesso gruppo di persone in quella stanza avrebbe potuto fare un altro tipo di scelta, dando così luogo ad un'altra realtà.
Avrebbero potuto amarsi l'un l'altro, essere gentili gli uni con gli altri e rispettarsi a vicenda. Così facendo, avrebbero creato un'esperienza ed una realtà piacevole.
Ciò che sperimentiamo dipende da noi.
La differenza tra un mondo come paradiso e un mondo come prigione dipende esclusivamente dalle scelte che noi facciamo.
Il mondo che noi vediamo attraverso i nostri occhi sotto forma di persone, luoghi ed eventi, è solo uno specchio del nostro io interiore. Il mondo "esterno" che vediamo è il riflesso dell'io "interiore" che non vediamo e non vogliamo tenere nella giusta considerazione. Se cambieremo quell'io, cambieremo anche il suo riflesso nello specchio (le nostre vite, il "mondo").
Se non cambiamo noi stessi, non può cambiare neanche il riflesso indipendentemente da quanto potremmo imprecare e scaricare la colpa sugli altri, promulgare "leggi" e dibatterci all'interno della realtà dei cinque sensi.

Il primo passo per abbattere i muri vibrazionali costruiti dagli Illuminati è iniziare, fin da ora, ad assumerci la responsabilità di ciò che sta accadendo nella nostra vita e nel mondo in generale. Gli Illuminati possono essere la forza motrice che sta dietro lo stato fascista globale, ma noi siamo altrettanto responsabili se ce ne stiamo col culo incollato alla sedia e li lasciamo fare.

Non sto incitando alla protesta o alla lotta armata.
Quell'approccio non cambierebbe nulla perchè agirebbe sullo stesso livello vibrazionale degli Illuminati - la realtà dei cinque sensi - e loro sono abilissimi nel controllare questi regni della percezione. Voi gli sparate con un fucile e loro vi rispondono con un carro armato.
Organizzate manifestazioni di protesta e loro sguinzagliano degli agenti provocatori tra la folla per giustificare l'invio degli sbirri che vi massacrano.
Se cercate di cambiare la realtà dei cinque sensi con le armi e con le illusioni di quella stessa realtà, non farete che aumentare il controllo della percezione.
E così non farete che avvitarvi in una spirale che sprofonderà sempre più nell'illusione dei cinque sensi.

Ma noi siamo più grandi.

La realtà dei cinque sensi, dove abitano gli Illuminati, è un campo d'energia, un'energia densa, dove imperversa la disarmonia a bassa vibrazione e il caos.
Gli eventi dell'11 settembre, e quelli che sono seguiti, hanno aggravato di molto questa situazione, esattamente come previsto.
Simbolicamente viviamo la nostra vita quotidiana in un mare tempestoso di energia, attraversato da vasti uragani, maremoti, grandi ondate di paura, rabbia, frustrazione e odio che, secondo dopo secondo, fuoriescono dall'umanità.
Ognuno ha la sua lunghezza d'onda disarmonica e la somma totale crea la realtà che sperimentiamo - la disarmonia.

Immaginate di essere in un torrente molto agitato e di dover usare tutta la vostra forza per rimanere in piedi e sopravvivere. E' questo che la nostra mente e le nostre emozioni devono affrontare ogni minuto mentre ci muoviamo attraverso il campo energetico del pianeta Terra - il mare violento e turbolento di energia che il pensiero umano ha manifestato e che gli Illuminati hanno costantemente manipolato.
Ciò rende quasi impossibile, per la maggior parte della gente, mantenere un legame con il proprio Io Infinito al di là di questa turbolenza, e genera proprio quella paura e disarmonia di cui si nutrono quei rettiliani e altre entità del piano interspaziale.

Puntare dei fucili sugli Illuminati, insultarli o imprecare contro di loro non cambierebbe nulla. Contribuirebbe solo ad aumentare la disarmonia che c'imprigiona.

Ma c'è un'altra soluzione.

Quando ci troviamo di fronte a un problema, possiamo trovare una "soluzione" o rimuoverne la causa.
Di solito le soluzioni non sono affatto tali e causano solo altri problemi.
Per esempio, fare la guerra agli Illuminati potrebbe essere vista come una "soluzione", ma contribuirebbe solo a creare un'altra guerra, altre morti, conflitti e disarmonia, e il mondo finirebbe in uno stato peggiore rispetto a com'era prima.

La stessa cosa vale per la nostra salute.
Le malattie legate allo stress sono curate con pillole che sfruttano alcune sostanze chimiche che aggrediscono i sintomi della malattia. Ma esse causano, a loro volta, altre reazioni chimiche all'interno del corpo - note come "effetti collaterali" - e così inizia un'altra reazione a catena. L'unico modo per curare le malattie legate allo stress è rimuovere la causa di quello stress.
Il modo responsabile e sensato di eliminare un problema è eliminarne la causa.

Se osservate i problemi del mondo, di solito non considerate la causa, ma i sintomi, gli effetti. La stessa cosa vale per la guerra e per tutti gli altri problemi che vorremmo eliminare.
Direi che le loro cause sono le seguenti:

  1. Abbiamo ceduto ad altri il nostro potere e la nostra responsabilità (che sono la stessa cosa), permettendo così che pochi decidessero le sorti del mondo.
  2. Abbiamo formulato giudizi sulla base del principio "Qual è la cosa più utile per me?", invece che "Qual è la cosa più giusta e utile da fare?".
  3. La maggior parte della gente si è lasciata talmente abbindolare dai cinque sensi che non riesce a percepire nessun'altra realtà e giudica ogni possibilità sulla base di ciò che riesce a vedere, a sentire, a toccare, a gustare e ad annusare.
  4. Il risultato è stato che ci siamo allontanati dal nostro Io Infinito, l'Oceano di Amore, Saggezza e Conoscenza che sta aspettando di riunirsi a noi, quando decideremo di farlo.
  5. La realtà dei cinque sensi ci ha ipnotizzato e abbiamo permesso che gli Illuminati creassero guerre e divisioni per farci generare lunghezze d'onda e vibrazioni di paura, odio e disarmonia che hanno trasformato il campo energetico in cui viviamo in un torrente in piena di energia in subbuglio. Così rimaniamo prigionieri dei cinque sensi.

Qual è la risposta?
Amiamo noi stessi e amiamo gli altri.

Da ciò discenderà ogni altra cosa. Se amiamo e rispettiamo noi stessi per ciò che siamo, una Coscienza Infinita che ha un'esperienza fisica, cambia la nostra intera prospettiva.
I dettagli irrilevanti e i conflitti meschini, le paure e le frustrazioni della realtà dei cinque sensi, diventano insignificanti per uno spirito che sa di essere tutto ciò che esiste.
Non vi è alcun "noi", solo un "io" infinito.
Noi non siamo parte di "Dio", insieme SIAMO "Dio".

A questo punto, vi preoccupa ancora il prezzo della birra o ciò che il vostro capo penserà di voi?
Vi agitate ancora all'idea di ottenere quella promozione o al pensiero di ciò che vi riserva il "futuro"?
Voi siete la birra; voi siete il capo; voi siete tutti in ogni lavoro; siete il "futuro", il "passato", il "presente", l'Ora Infinito; voi siete tutto ciò che è, che è mai stato e che mai sarà.
Sì, voi che spazzate le strade o portate via la spazzatura, voi che siete considerati "falliti" (gli "ultimi") dalle menti condizionate - anche voi.
Sì, pure George Bush, padre e figlio, insieme a Dick Cheney, Powell, Kissinger, Blair e tutti gli altri.
Anche loro sono "Dio".
Essi stanno solo osservando la realtà da un altro luogo e da un'altra prospettiva, dominata dalla paura e dalla mentalità della sopravvivenza.
Il loro desiderio di controllare tutto e tutti si fonda proprio su quell'istinto di sopravvivenza: "Se controllo tutto, controllerò anche la mia sopravvivenza".

Rilassatevi.

Sopravviverete comunque, perchè la coscienza non si può distruggere, ma può solo trasformarsi in un altro stato.

Gli Illuminati, i nostri Dominatori e Carcerieri, hanno bisogno di essere amati più di tutti noi, e, per trasformare questo mondo da una prigione in un paradiso, abbiamo bisogno di amarli tanto quanto amiamo noi stessi.
Anzi, per amare noi stessi, dobbiamo amare loro e viceversa.

Mi pare già di sentire gli uomini macho con le loro uniformi e le armi in bella mostra che gridano: "Amarli un cavolo!! Te e le tue stronzate New Age! Dobbiamo spaccargli la testa e mandarli dritti all'inferno!!".
Ehmmmm... già, come no, così il mondo diventerebbe davvero "migliore".
Capperi, non vedo l'ora che salgano al potere questi tipi.
Anzi, ripensandoci, quando parte la prossima astronave diretta in una galassia remota?
Datemi un biglietto, presto...!

Non è il corpo fisico che occupa una posizione di potere che conta (eccetto che per gli Illuminati), ma è la coscienza che ne determina il comportamento.
Le menti dominate dall'idea che esista un "Dio" arrabiato, malvagio, diabolico e vendicativo, possiedono in realtà la stessa mentalità che dichiarano di contrastare negli Illuminati.
Anche i cristiani armati di pistola sono pieni di paura ed esprimono la stessa mentalità della sopravvivenza. E' per questo che ammucchiano armi, cibo e acqua per quando arriverà la loro Armageddon. Dicono di credere nella libertà, ma se li ascoltate bene, capirete che è l'ultima cosa che vogliono. Non vogliono la libertà per tutti, vogliono solo la libertà di sostituire un sistema di controllo che a loro non piace, con uno che gli piace di più - il loro.
Vogliono sostituire il dominio degli Illuminati con un dominio basato su "leggi" contraddittorie di un libro che, in fatto di contraddizioni e di favole, supera persino la versione ufficiale dei fatti dell'11 settembre.
Questa non è libertà è solo un'altra prigione.
La verità è che la maggior parte della gente che parla di libertà, in realtà non la vuole. Non ce la farebbero a sopportare la responsabilità che essa comporterebbe e il pensiero che i giorni dell'imposizione della loro volontà e delle loro idee agli altri, compresi i loro figli, sono finiti.
Libertà vuol dire esprimere liberamente la propria unicità, rispettando la libertà degli altri di fare lo stesso.

"Vuoi forse dire che le persone dovrebbero essere libere di ammazzarsi?", sento dire dagli scettici. Certamente no. Quale più grande mancanza di rispetto della libertà altrui è quella di impedire a qualcuno/a di sperimentare liberamente questo mondo, privandolo dei mezzi per farlo?
La libertà individuale e il rispetto della libertà altrui sono la stessa cosa.
Se non rispettiamo la libertà degli altri, non possiamo essere liberi neanche noi.
Ecco perchè quando ci giriamo dall'altra parte di fronte a ingiustizie come, ad esempio, quella di Guantanamo, o dei paesi sfruttati dell'Africa, del Sudamerica, del Medio Oriente, dell'Asia o altri luoghi ancora, neghiamo il nostro stesso diritto ad essere liberi.
Finché esiste una sola persona su questo Pianeta che non è pienamente libera di esprimere la sua unicità di pensiero, opinione e stile di vita, nessuno di noi può dirsi veramente tale.

Come mai?
Semplice: perchè loro sono noi e noi siamo loro. Noi siamo l'un l'altro.

Quando amiamo noi stessi e amiamo tutte le cose, le cause della nostra triste condizione in questa realtà dei cinque sensi scompariranno.
Senza sparare un colpo.

E questa è la ragione:

  1. Se amate e rispettate voi stessi non cederete mai a nessuno la vostra capacità e responsabilità di percepire ed agire. Nessuno vi dirà cosa fare e pensare.
  2. Se amate e rispettate tutte le cose, non formulerete giudizi basati su "Che conseguenze avrà per me?", ma solo sulla base di ciò che ritenete giusto.
  3. Quando aprite il cuore all'amore dell'io e di tutte le cose, vi collegate immediatamente con l'Oceano Infinito che è anche Amore.
    Se esprimete la vibrazione, la frequenza dell'amore nel suo vero ed incondizionato senso, vi collegate con la stessa frequenza dell'Infinito, oltre l'illusione dei cinque sensi. L'Infinito, e non la realtà fittizia dei cinque sensi, diventerà allora il vostro punto di osservazione.
    Sarete in questo "mondo" fisicamente, ma non con la vostra coscienza.
    La dipendenza sarà finita.
  4. Quando esprimete l'amore verso voi stessi e gli altri, non proiettate più le vibrazioni disarmoniche e caotiche di paura, conflitto, odio e aggressione, ma emanerete invece armonia - cioè amore - nel mare tempestoso che vi circonda.
    A quel punto diventeremo il veicolo attraverso cui trasportare l'amore fuori dall'Infinito e nel campo energetico della realtà dei cinque sensi. Così facendo, trasformeremo il caos in armonia, il mare turbolento in un mare di tranquillità.
    Man mano che questo processo andrà avanti, diventerà sempre più facile per la coscienza incarnata nella realtà dei 5 sensi ricollegarsi con l'Io Infinito, mentre le vibrazioni caotiche intorno a noi si attenueranno e ci permetteranno di collegarci con l'Infinito e diventeranno di nuovo pure.

Se la gente penserà con la sua testa e si assumerà la responsabilità dei suoi pensieri e delle sue azioni.
Se farà ciò che crede giusto senza pensare alle conseguenze che avrà su di sé.
Se si ricollegherà con l'Io Infinito e si staccherà dalle illusioni della realtà dei 5 sensi.
Se vivrà in un campo d'energia armonica che non pregiudichi costantemente il suo stato mentale ed emotivo.
Se succederanno tutte queste cose, tutte conseguenza dell'amore, gli Illuminati potranno fare ben poco. La loro fonte di energia sarà esaurita e anche loro dovranno svegliarsi e proseguire il loro viaggio infinito.

La prigione diverrà un paradiso.

L'amore, dunque, è La Risposta.

L'amore è visto da molti come una debolezza, quando, in realtà è il Potere Supremo.
L'amore, nella sua autentica espressione, non conosce paura.
L'amore non si preoccupa delle minacce e non teme le conseguenze. Fa sempre ciò che ritiene giusto. Sa che non ci sono conseguenze, solo un'infinita esperienza.
Le persone illuminate parlano di migliaia di anni di "pensiero" che sgorga dal cuore.
Ma non si tratta del cuore fisico, ma di quello spirituale, il Vortice del Cuore o "chakra", collocato al centro del torace, che ci collega all'infinito Oceano dell'Amore.
Sapete dove si trova, perchè quando provate il sentimento dell'amore, è da lì che sentite provenire le sensazioni fisiche ed emozionali.
Il simbolo dell'organo del cuore è stato associato con l'amore quando ci si è dimenticati di questa verità. Attraverso questo vortice provengono la nostra ispirazione e intuizione, poiché anch'esse nascono negli alti livelli di noi stessi, nell'Infinito.

La mia vita cambiò nei tardi anni Ottanta e primi anni Novanta, quando decisi che se la mia mente e la mia intuizione (il mio cuore) si fossero mai trovati in contrapposizione, avrei sempre privilegiato l'intuizione.
Inizialmente potrà sembrarvi svantaggioso e la vostra mente vi rimprovererà dicendovi: "Te l'avevo detto! Vedi cosa succede quando non mi dai ascolto?". Ma non demordete e vedrete meraviglie!
In seguito, la mente terrà conto di ciò e capirà che seguire il cuore è la strada giusta. A quel punto, ciò che pensate coincide con ciò che sentite e cessa la guerra interiore tra pensiero e sentimento che sconvolge la vita di molti.
Gli Illuminati vogliono farci chiudere i nostri cuori e fanno di tutto perchè ciò avvenga.
Sanno che quando chiudiamo il vortice del cuore, si interrompe anche il nostro legame con l'Infinito. Un fisico che conosco mi ha detto che i componenti di alcuni vaccini influiscono sulla ghiandola paratiroidea
della gola in modo da interrompere il collegamento tra il vortice del cuore e quello della gola attraverso cui comunichiamo. A quel punto, a dominare la comunicazione è il flusso di pensieri che provengono dai cinque sensi e dalla mente inferiore.
So che questo a molti potrà sembrare esagerato, ma gli Illuminati arrivano fino a questi punti per tenerci prigionieri della realtà dei cinque sensi. Del resto, sono costretti ad arrivare fino a questo punto, perchè essere prigionieri di questa realtà non è la nostra condizione naturale.
Gli esseri umani sono come una palla in un recipiente d'acqua che tende per natura a galleggiare.
Se volete che non galleggi dovete tenerla ben ferma sul fondo del recipiente.
Ma non appena la lasciate, WOOP, ecco che torna in superficie.
La nostra condizione naturale è la connessione multidimensionale e così gli Illuminati devono lavorare costantemente per far sì che rimaniamo nell'attuale condizione, opprimendoci dal punto di vista mentale, emotivo e fisico - la manipolazione mentale, lo stress e la paura, gli additivi alimentari, i vaccini, ecc.
Ma si tratta di sforzi inutili se "pensiamo" e "sentiamo" col cuore e vediamo il mondo da quella prospettiva.
Così, ogni loro tentativo risulterà vano e noi prenderemo decisioni molto diverse da quelle della mente condizionata dai 5 sensi.

L'Amore è la risposta, così è sempre stato e così sarà sempre.

Qualsiasi altra "soluzione" vorrebbe dire ignorare il problema e ingannare noi stessi, convincendoci del fatto che la responsabilità stia "là fuori".
Il genere umano, nel suo complesso, è responsabile dell'attentato dell'11 settembre al pari dei suoi esecutori. Poiché quei fatti non sarebbero mai successi se la gente avesse compiuto scelte diverse e non avesse ABDICATO dalla propria mente e dalle proprie responsabilità.
Finché non faremo nulla per RIBELLARCI, manifestando la vera infinita portata della nostra identità, continueranno ad accadere altre tragedie.
Nonostante le apparenze, come ho sottolineato fin dall'inizio, questo è solo un livello d'osservazione di quel tragico giorno e delle sue conseguenze. Ritengo, invece, che ciò che qui delineo sia molto importante poiché indica la strada per tornare a CASA, la strada che ci allontana dall'abisso vibrazionale in cui ci dibattiamo.

Lo scopo primario del mio lavoro è quello di offrire un'altra visione della realtà e della possibilità, non di attribuire delle colpe, poiché la colpa esiste solo in un'ottica basata sui 5 sensi.
Visti da questo più elevato punto d'osservazione, i responsabili dell'11 settembre non appaiono più colpevoli della mancanza di responsabilità del genere umano.
Sto parlando di scelte che hanno portato a delle conseguenze che possono essere fonte di apprendimento e d'illuminazione, se solo lo vorremo.
Ma lo vorremo? Ai 3000 civili morti in America si affiancano gli almeno 5000 civili morti in Afganistan, per tacere del resto. Come può progredire il mondo in queste condizioni? Su queste basi, soltanto quando saremo tutti "morti" e il mondo sarà una terra desolata potremo avere pace.

Che stupidaggini, che balle!
Come ha detto Ghandi: "Occhio per occhio rende il mondo cieco".

Allo stesso modo, rispondere agli Illuminati non vuol dire eliminarli o condannarli alla pena capitale, perchè ciò accentuerebbe soltanto la loro disperata manipolazione di questa realtà che consente loro di "sopravvivere".
Sì, devono essere rimossi dalle loro posizioni di potere e deve essere loro impedito di continuare il genocidio, ma finché vedranno l'assurdità delle loro azioni, non ultimo l'effetto che hanno su di loro, continueranno anche in quello che chiamiamo "futuro" a manipolare questo "mondo", impossessandosi di altri "corpi". Prima o poi dobbiamo parlare.

L'unico modo per smantellare la rete di controllo degli Illuminati è ESCLUDERLA dalla nostra esistenza, attraverso il pensiero e le sensazioni - innalzarla con l'amore ad un livello più elevato della realtà, al di là della sopravvivenza, nell'Infinito.

Come ha detto lo scienziato e filosofo Buckminster Fuller:
"Non si cambia mai niente lottando contro la realtà esistente. Per cambiare qualcosa, bisogna costruire un nuovo modello che renda obsoleto quello esistente".

Quando gli Illuminati si libereranno della paura della sopravvivenza, si renderanno conto di ciò che hanno perso per così tanto tempo.
Perciò io dico loro: non minaccio la vostra sopravvivenza. Nessuno lo fa. Voi siete coscienza infinita che non deve temere per la sopravvivenza.
Vi amo Consiglio Supremo degli Illuminati e la Classe Dirigente Rettiliana del Piano Interspaziale.
Così come amo George Bush, padre e figlio, Cheney, Powell e tutti i "cattivi" che ci dominano.
Vi amo. Se non amassi voi non amerei me stesso.

Questa è una prospettiva molto diversa da quella che si può avere in reazione ai tragici fatti dell'11 settembre. Un giorno terribile, l'ennesimo su questo pianeta nel corso dei secoli.
Ma le opportunità più grandi sono spesso sapientemente mascherate sotto forma di incubi.
Ci forniscono la possibilità di SVEGLIARCI e vedere oltre le illusioni. Queste tragedie hanno una duplice funzione: o accentuare quell'incubo o aiutarci a liberarci da esso.

Molte persone su tutto il pianeta, molte di più di quanto gli Illuminati non avessero previsto, non credono alle loro farsesche "versioni ufficiali" e stanno sollevando sempre più interrogativi su ciò che veramente accadde quel disgraziato giorno e su tutto ciò che sta accadendo nel mondo in generale.
Sempre più persone stanno compiendo questo processo di risveglio verso una nuova realtà e tra le tenebre comincia a brillare la luce.

Quest'ultimo libro è, per me, la fine di un'era e l'inizio di un'altra.
Il mio viaggio ora mi porta verso la trasformazione della realtà, dal "non posso" al "SONO", dall'orizzonte limitato alla mancanza di orizzonti.
Dalla denuncia della cospirazione alla sua eliminazione attraverso il pensiero e il sentimento.
Come dice il personaggio Morpheus nel film "The Matrix": - Devi liberarti di tutto, Neo; paura, dubbio, incredulità. LIBERA LA TUA MENTE".

Voi avete creato la vostra "vita" e noi abbiamo creato il "mondo" che collettivamente sperimentiamo.
Ciò significa che possiamo cambiarlo come e quando vogliamo.
Si tratta solo di scegliere tra la paura e l'amore.
Tu non sei il tuo corpo o la tua famiglia o il tuo lavoro o la tua religione o il tuo conto in banca.
Tu sei ciò che è stato, è e sempre sarà.
Tu sei tutto l'amore, tutto l'odio, tutta la paura, tutta la libertà.
Tu sei tutti e tutto.

Non pensare di essere. Sappi di essere.

estratto da

Alice nel Paese delle Meraviglie e il Disastro delle Torri Gemelle

di David Icke

-Macro Edizioni-

(disponibile su macroedizoni.it)

 

Questo libro presente nella lista dei libri suggeriti da Stazione Celeste

per l'elenco completo dei libri clicca qui

 

 

 

www.stazioneceleste.it